preghiera sull’uso del denaro

O Signore,
tu ci hai rivelato che il Padre nostro nei Cieli
si prenderà cura di noi, nello stesso modo in cui
si prende cura dei gigli dei campi e degli uccelli
che volano nell’aria;
tu che non hai avuto neppure un luogo
dove poter riposare e adagiare il tuo capo affaticato,
ti prego, insegnaci:
insegnaci ad aver fede nella provvidenza di Dio
e a non confidare nella nostra umana avidità.
L’avidità non ha mai reso felice nessuno.
Fa’ che ci arrendiamo a te
rendendoci strumenti della tua volontà.
Benedici il denaro che nel mondo è usato
così che l’affamato possa essere nutnto,
l’ignudo rivestito,
il povero preso a cuore,
l’ammalato curato.
Signore, donaci il tuo Santo Spirito,
così che, con la fede che tu ci concedi,
noi si possa chiaramente sentire
di essere per te più preziosi
anche del giglio più bello,
anche dell’allodola che canta nel cielo.
Amen.

 
Questa voce è stata pubblicata in Madre Teresa. Contrassegna il permalink.

I commenti sono chiusi.