olio assisi

Carissimi, La nostra terra del Molise, quest’anno è chiamata ad offrire l’olio per la lampada di Assisi, evento importante che porta i segni di grazia per la nostra
terra, occasione di preghiera e di conversione per tutti. Attorno alla lampada per la pace vediamo cosi radunate tutte le nostre speranze. Il primo pensiero va certamente alle tante ricchezze e risorse che il Molise possiede. E’ l’occasione di riscoperta delle nostre tipicità, che ci fanno fieri, in benedizione per Dio che ce le ha donate ed occasione di fraterna condivisione. Sintesi di vita e fede, di unità e gratuità. Donare significa unirsi all’altro! E l’offerta dell’olio narra a tutti questo dono reciproco. Ecco perché sento che è essenziale fermarci a ringraziare il Signore
per i doni che Lui ci fa. In questo è evidente che “la principale risorsa dell’uomo e
l’uomo stesso” (Centesimus annus n. 32). Cuore di Dio e cuore dell’uomo, che
insieme ci rende ” risorsa ” l’uno per l’altro, vale a dire ” dono “, dove ci si arrichisce solo reciprocamente. L’olio, che la Sacra scrittura specie nei salmi ci presenta come segno di consacrazione e di fraternità, deve essere per noi l’immagine
della nostra dignità, nell ‘appartenenza all’Unto di Dio, cioe a Gesù Cristo, che ci
abilita alla fratellanza reciproca, tramite la Figliolanza divina. Poiche siamo figli
di Dio, unti dal Signore nel suo Amore, diventiamo fratelli. Consolati, profumati, donati nel suo Amore. E allora sentiamo come sia vero che se noi non amiamo
i fratelli, non amiamo nemmeno Dio e non possiamo dirci suoi fgli ! San
Giovanni ammonisce, infatti, che “chi dice di amare Dio ma poi odia il suo fratello, costui e un falso! ” E questo ” Amore piu forte della morte ” che ci rende capa-
ci di accogliere in pienezza l’annuneio di Pasqua! Ecco perché l’Olio donato ad
Assisi con letizia di cuore, ci parla di tre cose, di tre messaggi:

CONSOLAZIONE, PROFUMO e SACRIFICIO.
L’Olio di consolazione: ” Nell’olio della consolazione c’è, infatti, proprio
Lui che prova compassione per chi soffre nell’animo come nel corpo.

L’Olio profumato: ” Far espandere, il profumo della santità in tutto cio che
si compie, in tutto cio che si spera.

L’Olio del sacrificio: ” E’ l’amore che porta a donarsi completamente per
l’altro. Tutto è compiuto! E’ credere che il bene vince il male, l’amore vince
l’odio e la vendetta è disarmata dal perdono. E` la potenza dell’amore
donato che trasforma l’arroganza in misericordia, la potenza del male in
consapevolezza di scelte.
Con l’augurio che l’olio della Pasqua sia riversato in abbondanza sui vostri
cuori, vi benedico con affetto

dal messaggio della pasqua 2011

 
Questa voce è stata pubblicata in Giancarlo Bregantini. Contrassegna il permalink.

I commenti sono chiusi.